Il Coraggio di contare: Libere dalla violenza economica

La violenza economica, a differenza delle altre forme di violenza (fisica, sessuale, psicologica, verbale), risulta, ancora oggi, poco nota in quanto difficilmente riconoscibile e poco denunciata. Si tratta di un fenomeno diffuso trasversalmente ed indipendente dalla fascia di reddito a cui appartengono le donne. Si manifesta in modo subdolo con azioni che spesso – a causa di una cultura patriarcale che legittima la delega agli uomini della gestione del denaro e degli investimenti – vengono sottovalutate e non riconosciute come abusi ma come l’esercizio di una consuetudine quasi naturale.

Per tale motivo il Centro Antiviolenza Thamaia, grazie al progetto “Il coraggio di contare: libere dalla violenza economica”, finanziato dal Dipartimento Pari Opportunità, ha condotto una ricerca sulla violenza economica attraverso la realizzazione e la somministrazione di un questionario in grado di mettere a fuoco le diverse manifestazioni della violenza economica evidenziandone e facendone emergere l’incidenza all’interno delle relazioni maltrattanti.

Per continuare ad approfondire la nostra indagine il tuo contributo può essere prezioso.
Per questo ti chiediamo di aiutarci rispondendo alle seguenti domande, bastano davvero pochi minuti.
Grazie!