Corso di Formazione per Docenti a Paternò

Corso di Formazione per Docenti a Paternò

PATERNÒ OTT-NOV 2015

PALAZZO COMUNALE (Ex Tribunale) Piazza della Regione, 1

INIZIATIVE DI PREVENZIONE E DI INFORMAZIONE SULLA VIOLENZA MASCHILE CONTRO LE DONNE PER DOCENTI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

di ambo i sessi fino ad un massimo di 30 docenti.

I corsi di formazione saranno realizzati per gli istituti ricadenti nei Distretti dei Comuni Capofila di CATANIA, ADRANO E PATERNÒ.

banner-paternò

OBIETTIVO GENERALE

Sensibilizzare il mondo della scuola e fornire agli insegnanti gli strumenti per fronteggiare il fenomeno della violenza maschile sulle donne e sviluppare percorsi formativi orientati all’acquisizione di modelli di comportamento fondati sul rispetto reciproco e alla valorizzazione della differenza fra i sessi.

OBIETTIVI SPECIFICI

1. Affrontare il tema degli stereotipi di genere e della ricaduta sulla formazione della personalità e sui comportamenti sociali dei giovani;

2. Riconoscere gli indicatori dei maltrattamenti sulle donne e i minori, nonchè le conseguenze della violenza assistita dai minori;

3. Conoscere i servizi e le risorse che sul territorio d’appartenenza sostengono la donna a fuoriuscire dalla violenza;

4. Offrire strumenti operativi per un primo approccio con le vittime di violenza di genere, siano esse alunne che intrattengono relazioni violente con i loro partner oppure alunni/e che assistono alla violenza del padre sulla madre;

5. Sperimentare procedure d’intervento comuni all’interno del contesto scolastico e in relazione con i servizi del territorio, al fine di realizzare progetti personalizzati di fuoriuscita dalla violenza;

6. Maggiore coinvolgimento delle scuole all’interno della rete antiviolenza e nella programmazione degli interventi di prevenzione.

 

PROGRAMMA PATERNÒ

» 15 Ottobre 2015, h 15.00-19.00

DIMENSIONI DEL FENOMENO DELLA DISCRIMINAZIONE E DELLA VIOLENZA DI GENERE E RISPOSTA DELLE ISTITUZIONI

Docenti: Associazione Thamaia

– Presentazione del corso e dei partecipanti;
– Incidenza internazionale e nazionale del fenomeno;
– Le dimensioni e percezione del problema;
– Stereotipi e pregiudizi sulla violenza contro le donne;
– Abuso on line: peculiarità e procedure d’intervento.

» 22 Ottobre 2015, h 15.00-19.00

LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

Docenti: Associazione Thamaia

– Definizione e tipologie di violenza;
– Violenza domestica: indicatori e conseguenze psicologiche e sociali;
– Conoscere e comprendere il funzionamento psichico della vittima;
– Gli ostacoli al riconoscimento della violenza da parte degli operatori.

» 29 Ottobre 2015, h 15.00-19.00

MALTRATTAMENTO SUI MINORI

Docenti: Associazione Thamaia, esponenti della Polizia Postale

– Le diverse forme di maltrattamento sui minori;
– Violenza Assistita: indicatori e conseguenze psicologiche e sociali;
– L’abuso sessuale sui minori;
– Le conseguenza della violenza sulla funzione genitoriale;
– Abuso on line: peculiarità e procedure d’intervento.

» 5 Novembre 2015, h 15.00-19.00

NORMATIVA A TUTELA DELLA DONNA E DEI FIGLI MINORI

Docenti: Associazione Thamaia, esponenti della Magistratura

– I principali reati previsti dal codice penale in materia;
– Denuncia, querela e procedibilità d’ufficio;
– Separazione e affidamento dei minori;
– Obbligo di segnalazione del reato.

» 12 Novembre 2015, h 15.00-19.00

IL LAVORO DI RETE E METODOLOGIA D’ACCOGLIENZA INTEGRATA

Docenti: Associazione Thamaia, esponenti delle Forze dell’Ordine e dei Servizi Sociali

– I Centri Antiviolenza e metodologia di accoglienza;
– Iniziative coordinate per contrastare la violenza alle donne sul territorio di Catania: l’esperienza della rete antiviolenza del distretto D16;
– Il ruolo delle FFOO e dei Servizi Sociali a supporto della scuola;
– ESERCITAZIONE: analisi di un caso e lavori di gruppo.

» 19 Novembre 2015, h 15.00-19.00

QUALE PREVENZIONE A SCUOLA?

Docenti: Associazione Thamaia, Prof.ssa Graziella Priulla, sociologa e docente all’Università di Catania

– La rappresentazione mediatica della violenza;
– Educazione sentimentale e stereotipi di genere;
– Riprogettare la didattica in ottica di genere;
– Conclusioni e valutazione del percorso formativo.

Il Centro Antiviolenza mette a disposizione delle scuole che ne faranno richiesta n.2 ulteriori incontri di n. 2 ore ciascuno per ulteriori approfondimenti e/o consulenze su casi specifici da concordare in sede di formazione.

button-pdf

banner-call-to-action